Volanti xbox 360 su XBOX ONE? Da adesso è possibile con Cronusmax!!!


Laddove anche la blasonata Fanatec fa spallucce sulla possibilità di predisporre un convertitore xbox one per i propri preziosi volanti, facendo imbestialire tutti gli acquirenti (compreso il sottoscritto) che hanno speso non da molto svariate centinaia di euro, ecco spuntare Cronusmax, dispositivo cross platform che permette di utilizzare i controller delle piattaforme della hold generation su PC e consolle nextgen.
A dire la verità, il supporto per i volanti FAnatec non è ufficiale ed infatti presenta ancora qualche problemino di taratura soprattutto sulla zona morta e sul forcefeedback ma sarà solo questione di tempo (poco) e avremmo davvero la possibilità di goderci FM5 utilizzando un buon volante. A questo proposito, ho trovato questa guida in italiano che però ha più di una lacuna e che mi ha fatto perdere un po’ di tempo per essere interpretata correttamente. Vi propongo una versione “corretta” in modo tale che impazziate meno del sottoscritto.
ecco la guida “riveduta e corretta”:

Occorrente:
Il dispositivo CronusMax
Ricevitore wireless per Xbox 360
Programmatore CronusMax
Volanti Fanatec

Premetto che la frizione non funziona e nemmeno il cambio a 6 marce manuale mentre i sequenziali si. Per i paddle in FM5 selezionare lo schema 6 del controller nell’apposita videata altrimenti hanno altre funzioni.

1) Collegate il ricevitore wireless xbox 360 alla porta IN (USB) del CronusMax
2) Collegate il CronusMax al PC con il cavetto USB (ingresso programmabile mini USB)

3) Avviate il software scaricato ed installato in precedenza

4) Accendete il volante fanatec in modalità xobx 360  ed effettuate la sincronizzazione (ve ne accorgete perchè sul display del cronusmax si vede uno 0)

5) Recatevi nel menu Tools e cliccate su Options
6) Nella scheda Device, selezionate la XBOX ONE e cliccate su close
7) Cliccate su Plugins e selezionate Maxremapper
8) Create un nuovo layout chiamandolo come volete
9) Selezionate la console XBOX ONE e il controller XBOX360
10) Generate lo script cliccando sull’apposito tasto ed aggiungete il pezzo qui sotto per ottimizzarlo e poi salvatelo

main {

if(get_val(XB1_LX)<0){
if(get_val(XB1_LX)>-77){
set_val(XB1_LX, get_val(XB1_LX) - 23);
}else{ set_val(XB1_LX, -100) };
}
if(get_val(XB1_LX)>0){
if(get_val(XB1_LX)<77){
set_val(XB1_LX, get_val(XB1_LX) + 23);
}else{ set_val(XB1_LX, 100) };
}

}

11) Recatevi in programmer (situato in basso)
12) Prendete lo script da voi creato e trascinatelo nel primo slot a destra
13) Spuntate lo slot e cliccate sul tasto situato verso il basso (questo processo scriverà lo script nel Cronus MAx)
14) Accendete la console XBOX ONE e collegate il cronusmax alla porta usb a lato.
15) Collegate il controller XBOX ONE al Cronus Max con cavo usb
16) Attendere il rilevamento e funzionamento del controller XBOX ONE fino a che appare uno 0 sul display
17)Scollegare il controller XBOX ONE e collegare il ricevitore Wifi Xbox360
18) Accendete il volante in modalità xbox 360 fino all’apparire del solito 0
Fatto questo possiamo utilizzare il nostro volante fanatec su XBOX ONE

UN RINGRAZIAMENTO SPECIALE A CHI HA SCRITTO LA PRIMA VERSIONE DELLA GUIDA, IO HO SOLO FATTO PICCOLE MODIFICHE CHE POI SONO CONTENUTE NELLE PAGINE DEL TRED SUL FORUM LINKATO. Se avete domande chiedete lì

Per quanto mi riguarda, sono soddisfatto dell’acquisto che con pochi euro mi ha fatto davvero sorridere (ringrazia anche mio figlio che si diverte come un matto a guidare in braccio a me).

 

Annunci

Passare da Vista a Windows 7


Si parla molto di windows 7, il nuovo sistema operativo microsoft che sostituisce il deludente windows vista. Poche sere fa ho eseguito il passaggio al nuovo sistema operativo e le sorprese non sono certo mancate.
La prima è stata quella di constatare, attraverso download ed installazione di Windows 7 Upgrade Advisor, che i software del mio sistema erano compatibili al 99% con seven. Questo si traduce con “zero problemi” di perdere appplicazioni o non poter installare hardware con semplicità per mancanza di driver. Per un OS nuovissimo è un bel successo.
Parliamo del prezzo? L’upgrade da windows vista home premium 64 bit a windosw 7 della medesima classe costa € 129,00 completa di disco di beckup gratuito (sempre non abbiate preso vista dopo il 26 giugno perchè in tal caso è tutto gratis). Beh, sicuramente un costo equo.
Acquistato il prodotto ed eseguito il download del nuovo OS (circa 3 GB), un’altra bella sorpresa: come segnalato sulle pagine di microsoft, per gli utenti windows vista (non per quelli XP purtroppo) è possibile eseguire l’ugrade a seven senza formattare la partizione con il vecchio OS e mantenere tutti i file e programmi installati in precedenza senza nessun problema. Eseguo l’installazione in questo modo (potendo anche scegliere un’installazione “pulita”) ed il programma segnala gli evenutali software non compatibili o che andranno aggiornati alla versione per seven. Come già sapevo, c’è solo il software della scheda grafica. Procedo quindi con l’installazione pieno di scetticismo sul fatto che, al termine, tutti i software preinstallati, le tonnellate di immagini, i video, i collegamenti, ecc funzioneranno ancora alla perfezione. La sensazione è quella che dovrò reinstallare gran parte dell’hadware e del software nonostante le rassicurazioni…Vista la moltitudine di “roba” da tenere buona, il processo d’installazione dura circa 2 ore nelle quali continuo a temere che il processo non vada a buon fine o si “pianti” clamorosamente. Il sistema si riavvia un paio di volte in automatico non richiedendo mai il mio intervento. Al termine il pc si riavvia ed appare il marchio di seven. Effettuo gli ultimi aggiornamenti e noto con piacere che almeno il SO sembra essere stabile. Ritrovo il mio desktop come l’avevo lasciato, stessa pochezza di icone e stesso sfondo. Solo la barra di avvio veloce è sparita in favore della nuova barra di seven.
Penso “ok, adesso viene il bello, vediamo quanto tra hadware e software non funziona….”. Procedo con l’hardware e noto con piacere che tutto va alla perfezione, installo i nuovi driver della scheda grafica e tutto fila liscio. Non mi sembra vero.
Passo al software: photoshop, i suoi plug-in, premiere, il programma di posta (che non ha persono le informazioni sull’account e la posta ricevuta!!!), l’antivirus…..FUNZIONA TUTTO!!!
So che era esattamente ciò che ho visto scritto sulle pagine microsft, ma dall’esperienza maturata so che promesse e realtà spesso cozzano fra loro in questo campo, mentre questa volta mi trovo davanti ad un prodotto della precisione e dalla solidità tipica di certe auto tedesche, o di certi orologi svizzeri. Che bello!
Le prestazioni sembrano eccellenti: vista effettuava molte scritture sul file system dei dischi mentre seven li lascia tranquilli. La ram richiesta è minore, tutto sembra più semplice. Diciamo anche che il mio hardware mi ha garantito un 7 su 7,9 di ranking fra l’altro solo per via della scheda grafica non progettata per giocare ma che per me che uso Potoshop è più che sufficiente 😉
Valuterò in seguito le prestazioni ed affidabilità del sistema, poi pubblicherò le mie impressionoi. Per il momento posso dire che seven mantiene le promesse; non poca cosa in tempi come questi;)

Autore: Alessandro Piazza