Canon EOS 40D: mini recensione


Oggi la mia mini recensione verte su un prodotto Canon che conosco molto bene, cioè la mia attuale fotocamera: CANON EOS 40D.

Le caratteristiche tecniche sono perfettamente illustrate sul sito Canon al seguente link http://www.canon.it/For_Home/Product_Finder/Cameras/Digital_SLR/EOS_40D/index.asp?specs=1, quindi non mi soffermo alla loro mera elencazione.

Cerco di darvi il più informazioni possibili in modo da rendervi più facile un’eventuale acquisto.

Le dimensioni ed il peso fanno si che in mano la macchina sia ergonomica, comoda, mai troppo pesante da tenere in posa. Appare solida e ben costruita, con un corpo in magnesio.

La struttura è quella classica dei modelli canon. Ottimi sia il display 3” sul retro che quello nella parte superiore illuminabile, che riassume praticamente tutte le impostazioni della camera: valore iso, esposizione, tempo di scatto, tipo di messa a fuoco, diaframma. Il mirino è luminoso con possibilità altri due vetri opzionali.

I menù di impostazione sono come sempre molto comodi e di facile utilizzo. L’ultima scheda è personalizzabile; si possono inserire le funzioni utilizzate di più frequente per non essere costretti a ricercarle ogni volta.

Comodissimo, sotto il profilo della comodità d’uso, il selettore che, oltre alle solite modalità , preimpostate, propone tre modalità personalizzabili attraverso le quali è possibile richiamare velocemente, tutta una serie di impostazioni ad hoc per una determinata situazione. Il tutto viene semplicemente gestito: si imposta la fotocamera e poi si memorizza il tutto selezionando la posizione del selettore idonea fra le tre disponibili. È possibile preimpostare tutte le opzioni della fotocamera, ivi comprese il blocco specchio, la priorità alte luci, il Bracketing dell’esposizione, ecc. Questa facilità d’uso vi permette di non perdere tempo nel settaggio della fotocamera che spesso si traduce nel non perdere “l’attimo” e di riuscire a catturare l’immagine velocemente.

Parlando di velocità, quella di accensione è davvero fulminea, in poco più di due secondi si può cominciare a scattare. La raffica sia in raw che in jpeg è molto buona per questo consiglio delle compact flash veloci tipo  san disk ultra III.

Comodissimo il joystick che può essere utilizzato per modificare il punto di messa a fuoco in modo semplicissimo e veloce.

Parliamo di qualità d’immagine: la 40D, come detto, è un ottimo prodotto ed anche i file da questa generati sono di ottimo livello, profondità colore 14 bit, 10.1 megapixel.

Sul fronte ISO, la 40D va da 100 a 1600 estendibili fino a 3200, ma è realmente sfruttabile fino a 800 ISO. Oltre questa soglia il rumore comincia ad essere davvero fastidioso ed obbliga all’utilizzo di software per ridurlo non sempre con risultati ottimali a meno di una conversione dello scatto in bianco e nero.

Ricordo che la 40D è stata recentemente sostituita dalla nuova 50D, della quale però non si parla molto bene dal punto di vista del rumore e della nitidezza. Potrebbe, in ogni caso, essere un’idea interessante, comprare una 40D ora che è scesa di prezzo.

Tutte le mie foto che vedete (qui ed altrove) sono fatte con la 40D quindi potete farvi un’idea della qualità d’immagine. Spero la mini recensione vi sia stata utile. Se volete chiedere qualcosa in particolare sono a disposizione.

Autore: Alessandro Piazza

Annunci

2 risposte a “Canon EOS 40D: mini recensione

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...