Robert Capa: fotografia d’assalto


Da anni vedo quotidianamente la foto di Rober Capa con il soldato ed il contadino siciliano che gli da indicazioni, “dominare” la parete della sala in cui teniamo le riunioni.
È una foto 50×70 che venne esposta in una mostra e successivamente ci fu donata dal gallerista. Non è un originale ma una stampa di ottima fattura attraverso la quale è possibile notare numerosi dettagli sull’espressione dei volti dei due protagonisti.

Ma veniamo al caro Robert, partendo dal suo celebre motto:”Se la foto non è venuta bene, magari non eri abbastanza vicino”; motto che ne ha certamente delineato il successo ma ne ha anche provocato la morte.

Capa infatti, muore all’apice del suo successo, mentre si getta per l’ennesima volta, nella furia della battaglia. Per gli amanti della storia, trovate molte informazioni in rete sull’avventurosa vita di questo maestro della fotografia. Vedrete in tal modo la moltitudine di guerre e sommosse a cui partecipò come reporter e capire come fosse sempre a stretto contatto con ciò che raccontava.

Le sue foto parlano di guerra me, secondo me, non ne parlano con il senso astratto del cronista come quelle di alcuni reporter di oggi. Capa a mio avviso, è talmente a contatto con l’azione che le sue foto parlano di come gli uomini, soldati e civili, vivono la guerra. Per questo, secondo me, la sua frase sulla “vicinanza” non è riferita solo alla vicinanza fisica al soggetto da ritrarre, ma anche alla vicinanza emozionale ed umana rispetto la situazione che si cerca di raccontare attraverso le immagini.

In sostanza, si tratta di entrare in empatia con il soggetto, sia esso un luogo, una persona, una situazione. La conoscenza ci rende consapevoli e la consapevolezza ci fa commettere meno errori, ci rende più sicuri, pronti ad agire quando ce ne sarà bisogno. La fotografia è fatta d’attimi, essere impreparati può fare la differenza.

Vi esorto quindi ad approfondire la conoscenza di questo grande artista del secolo scorso e, se capitate a Budapest, di fare una visita alla sua mostra. Per i più pigri, informo anche che “Aspettando Robert Capa” diventerà presto un film (fonte LASTAMPA.it http://www3.lastampa.it/fotografia/approfondimento/articolo/lstp/72881/), non perdetevelo!

Autore: Alessandro Piazza

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...