Fotoritocco: io dico la mia…


….e dico che il fotoritocco è sempre esistito da quando eiste la fotografia. Il limite seconto me? Quello che ognuno vuole darsi. Mi spiego meglio, o magari ci provo solamente…
Personalmente la passione per la fotografia l’ho ricevuta in dote da babbo il quale, da buon fotoamatore degli anni 60-70, s’era fatto la sua camera oscura “intu-cessè” (nel bagno) e sviluppava i suoi bravi rullini con buona pace di quell’anima pia di mia madre che sopportava presenza di acidi potenzialmente mortali sopra le sue creme oltre ricevere una buona dose di maledizioni ogni volta che la sventurata apriva la porta del bagno/camera oscura nel momento sbagliato…
Io ovviamente stavo accanto a babbo perchè mi affascinava da morire il vedere un’immagine che prendeva vita. Certo era tutto molto romantico: sia il modo di scattare che il modo di vedere e creare le proprie immagini. Non c’era nulla di certo: in fase di scatto c’era sempre quel brivido particolare del “come sarà venuta?”. Non c’erano infinite possibilità…i rullini costavano e anche lo sviluppo quindi prima di scattare c’era da ragionare parecchio. Una volta tornati a casa veniva la parte di sviluppo. Sia che tu lo facessi in self made o presso un laboratorio, l’obiettivo era quello di rendere lo scatto perfetto correggendo tutto ciò che si poteva. Ovviamente creare una maschera a mano per correggere l’esposizione creando una specie di HDR era una cosa molto laboriosa ma si faceva. Lo stampatore quindi aveva una funzione fondamentale perchè sviluppava il negativo e, se era bravo, riusciva a dare una marchia in più all’immagine “grezza”.
Ora cosa facciamo con i nostri file raw? Beh, la stessa cosa. Prendiamo un negativo, un’immagine grezza come il raw, e lo sviluppiamo in camera bianca utilizzando un software (lightroom, camera raw, ecc.).
Fino a qui, anche i puristi sono d’accordo, anche i “talebani”. Si possono modificare le curve, i contrasti, l’intensità del colore ma non altro e…..perchè??? La risposta che ho sentito più spesso è questa:”Perchè altrimenti la foto non è reale?”……………Per me questo concetto di “fotografia = realtà” è semplicemente un’assurdo.
Lasciando perdere il fatto che in un modo pieno di persone fatte di plastica e silicone, la necessità che sia una forma d’arte ad essere “reale” mi lascia basito, mi chiedo come si possa definire “reale” qualcosa che nasce dalla mente, dalla sensibilità, dalle sensazioni di un essere umano con in mano una macchina fotografica. Seguendo questo concetto di “fotografia = realtà” tutte le vecchie foto non sarebbero “reali” perchè in bianco e nero? Le linee distorte che regala un grandagolo non producono foto reali? Gli effetti che avete precaricati in macchina rendono le foto non reali? Un tempo di scatto prolungato rende un’immagine irreale? Per me è pura follia…
A mio modo di vedere la fotografia è, per fortuna, non reale. L’unica fotografia che dovrebbe ritrarre una scena così come è accaduta è quella di reportage, d’informaizone ma anche qui purtroppo non è praticamente possibile. L’unica cosa che vediamo è quello che il fotografo ci vuole far vedere. Estremizzo il concetto, così ci capiamo. Sono in una manifestazione di protesta no global (che va sempre di moda anche se è contro la moda…mah). Vedo una meravigliosa ragazza con in mano il classico “sanpietrino”. Lei però a me piace e le scatto un primo piano. La sua espressione semba sorridente, il momento dello scatto è stato fondamentale. Poi allargo il campo e la ritraggo in mezzo ai fumogeni con il sampietrino in mano.
Altro piccolo esempio: Napoli e la “monnezza”. Se voglio “denunciare” lo scandalo monnezza everyware, ritraggo la via con il cumulo di rifiuti in bella evidenza. Altrimenti fotografo la stessa via ritraendolo solo marginalmente e dando enfasi a ciò che c’è di pulito. Credo ci siamo capiti…la fotografia è e sarà sempre l’espressione della volontà di colui che scatta, non la realtà in senso assoluto quindi, ma la realtà del fotografo.
Partendo da questo concetto capite perchè io pensi che non ci debbano essere limiti al ritocco, purchè renda l’immagine esattamente come voi la volevate.
Non credo di aver convertito nessun “purista” al ritocco e non lo vorrei nemmeno. Ammetto però che mi da fastidio l’aria un po’ snob che molti appartenenti a questa fazione hanno della serie “si va beh, ma te sei bravo a usare photoshop, non a fare il fotografo…”. Io scatto molte volte pensando già al ritocco che farò dopo e ritraggo la scena in modo tale da tenere conto di quanto poi ci metterò a rendere l’immagine come la sto vedento nella mia mente.
Ammento che spesso faccio un sorriso quando vedo foto glamour di ragazze super truccate e tutte figacciose, ritratte con la cellulite ben in vista o con peli sparsi qui e là. A meno che l’intento del fotografo on fosse quello di trasmettere il messaggio “basta chirurgia estetica, più donne naturali” o una cosa del genere, francamente a me non paiono gradevoli, degustibus 😉

Annunci

Una risposta a “Fotoritocco: io dico la mia…

  1. Sono estremamente interessata: io sono mortificata dal fatto di non saper fotoritoccare!
    E per di più …mi sto applicando seriamente a fare fotografie solo adesso, e devo ancora scoprire tutto quanto può offrirmi la mia macchina.
    Sono pienamente d’accordo che il fotoritocco sia uno dei momenti della creazione di un’opera!
    Sto guardando in giro per blog, se c’è qualcosa o qualcuno che possano essermi d’aiuto per imparare. Questo sarà uno dei blog utili, io davvero ho sempre sognato di saper fare foto decenti, ma non mi ci sono mai applicata.. per pigrizia suppongo, ma adesso è ora di impegnarmi: penso sia una grande soddisfazione, la fotografia!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...