Fotografia digitale: profondità di campo, cos’è?


La profondità di campo (PDC per gli amici) è la chiave per il successo o l’insuccesso di molte immagini. Saperla gestire è la chiave per avere immagini di qualità superiore. Ma cos’è la profondità di campo? Da cosa è regolata? Come sfruttarla in occasioni diverse?

Beh, andiamo con calma e partiamo con una premessa: queste poche righe vi daranno delle nozioni di base che vi aiuteranno ma che dovrete approfondire attraverso la consultazione di testi specifici più esaurienti. Ciò premesso parliamo di diaframma e di come questo determini la profondità di campo.

Il diaframma è l’organo che determina la quantità di luce che passa dall’ottica in fase di scatto per imprimere l’immagine sul sensore. Il suo valore è sempre espresso con il simbolo “f”. La scala del diaframma è questa: f 1 f 1,4 f 2 f 2,8 f 4 f 5,6 f 8 f 11 f 16 f 22 f 32 f 45 f 68.  Un valore di f basso determina un’apertura maggiore (diaframma aperto), uno alto un’apertura minore (diaframma chiuso). Le macchine fotografiche compatte hanno la possibilità di scattare a diaframmi molto aperti 1.8 solitamente fino a diaframmi di f32-45. Sulle reflex ciò è determinato dall’ottica che si utilizza. Sull’obiettivo c’è impresso un valore f (es. f3.5-5,6) che determina la massima apertura dello stesso. Nel caso degli zoom i valori possono essere 2 e corrispondono alla massima apertura che alle volte varia a seconda della focale. Ad esempio se leggiamo “70-300mm f3.5/5.6” questo significa che a 70mm l’apertura massima è di 3.5 mentre a 300 sarà di 5.6. Se, come dicevamo, il valore di diaframma determina la quantità di luce che passa in fase di scatto; è facile comprendere come un’0ttica con aperture ampie (1.8-2.8) e su tutta la focale (nel caso di uno zoom sia a 70 che a 300) sia detta luminosa ed una 3.5-5.6, per contro, sia detta buia. La quantità di luce infatti influenza il tempo di scatto che è minore con tanta luce (diaframma aperto) e maggiore con meno luce (diaframma chiuso).

Riassumendo: diaframma chiuso, maggior tempo di scatto – diaframma aperto minor tempo di scatto. L’apertura e la chiusura del diaframma però comporta soprattutto la PDC (profondità di campo), cioè quanti oggetti vicini e lontani si potranno mettere a fuco all’interno del fotogramma. Maggiore è l’apertura è minore sarà la profondità e viceversa. Ad un diaframma di 1.8, se fotografate due oggetti che si trovano ad una ditanza dall’ottica rispettivamente di 3 e 5 cm, se mettete a fuoco il primo il secondo risulterà già sfocato mentre a 20 cm gli oggetti appariranno completamente indistinguibili. Al contrario, gli stessi oggetti a f32, sempre con fuoco sul primo,  appariranno nitidi anche se distanti. Questa, in soldoni, è la profondità di campo.

Come la utilizziamo? Beh, se scattiamo ad un paesaggio è opportuno farlo con diaframmi più chiusi per ottenere più oggetti nitidi mentre nel caso di un primo piano è bene che il soggetto venga isolato dallo sfondo e quindi un diaframma più aperto ci permette di farlo con facilità.

Mini riassunto dei concetti espressi:

Diaframma chiuso: maggiore profondità di campo, maggiore tempo di scatto, ottimo per paesaggi.

Diaframma aperto: minore profondità di campo, minore tempo di scatto, ottimo per primi piani.

Queste sono solo regole tecniche di base, possono essere disattese per eseguire scatti creativi, ma in genere conviene, sopratutto all’inizio, osservare queste regole.

Le vostre macchine, reflex o compatte, permettono quasi sempre la gestione manuale in priorità diaframma (programma AV su Canon per esempio). Decidete la profondità di campo e scattate e guardate i risultati, saranno molto diversi da quelli di sccatti in automatico;)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...